Show simple item record

dc.contributor.authorPIRILLO, Paolo
dc.date.accessioned2012-05-17T12:09:43Z
dc.date.available2012-05-17T12:09:43Z
dc.date.issued1997
dc.identifier.citationMarsilio, Giunta regionale toscana, 1997, Ti con erre, 46en
dc.identifier.isbn8831768085
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/1814/21992
dc.description.abstractNel corso dei secoli successivi alla fine dell'Età medievale e, con ogni probabilità, anche prima, il territorio e l'abitato di Pontremoli, insieme a tutta la loro popolazione si trovarono a sperimentare, assimilare e tramandare un'eredità culturale collettiva ricca e composita. La collocazione geografica del centro lunigianese, capolinea del transito transappenninico sulla Francigena, la grande arteria medievale europea, lo coinvolse molto precocemente nelle dinamiche politiche e strategiche legate agli equilibri tra signorie e stati italiani. Dipendenti da una Dominante sempre lontana, la comunità e l'élite pontremolesi riuscirono ad assicurare al loro «quasi-stato» una relativa autonomia che perdurò almeno fino all'ingresso di Pontremoli nel Granducato toscano (metà xvii secolo). Questa vincente strategia aveva richiesto la creazione e il mantenimento di tutta una serie di equilibri e di convenzioni che interessarono famiglie, lignaggi, comunità parrocchiali in una rete di rapporti fondata essenzialmente su base territoriale. Così, almeno dalla spaccatura fisica dell'abitato operata dalla Cortina muraria fatta edificare ai primi del Trecento da Castruccio Castracani andò articolandosi un complesso sistema di controllo sulle fazioni e i partiti antagonisti che, nel corso dei secoli, rimase funzionale al mantenimento della stabilità interna alla comunità obbligando l'intero sistema sociale a conformarsi ad esso.
dc.description.tableofcontents--13 Introduzione --21 I. Identificazioni. Toscana, Lunigiana, Pontremoli --21 Gli orizzonti lontani --31 «Districtus Pontremuli» --38 La Terra di Pontremoli --45 Un abitato e due comunità: prodromi e sviluppi di un fattore identitario --61 II. «Rurales et Burgenses» --61 Distrettuali, villani e vassalli --76 Dentro le mura --93 III. Famiglie --93 Famiglie e vicinie --111 Proprietà, fortune e miserie --131 IV. Gente di Pontremoli --131 Lontani da casa --140 Parentele --171 Amori --191 Conclusioni --207 Appendice --221 Bibliografia
dc.language.isoiten
dc.publisherMarsilio, Giunta regionale toscanaen
dc.titleGente di Pontremoli: Identità, continuità e mutamenti in un centro della Lunigianaen
dc.typeBooken


Files in this item

Thumbnail

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record