Show simple item record

dc.contributor.authorBAGGIANI, Danieleen
dc.date.accessioned2006-06-09T10:02:21Z
dc.date.available2006-06-09T10:02:21Z
dc.date.issued1997en
dc.identifier.citationFlorence, European University Institute, 1997
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/1814/5713
dc.descriptionDefence date: 13 June 1997
dc.descriptionExamining board: René Leboutte, (supervisor) Istituto Universitario Europeo di Firenze ; Cesare Mozzarelli, (co-supervisor) Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ; Jean-Pierre Hirsch, Université Charles de Gaulle, Lille III; Raffaele Romanelli, Istituto Universitario Europeo di Firenze
dc.descriptionFirst made available online on 22 May 2017
dc.description.abstractPerché le camere di commercio e la politica degli interessi nel XVIII secolo? Lo spunto per riflettervi è venuto anni fa da un'osservazione di Franco Molteni, che nella voce curata per l'Enciclopedia del diritto esprimeva l'opinione che 'le prime Camere di Commercio in senso moderno' non derivassero dalle chambres de commerce francesi, ma dalla Camera di Commercio, Arti e Manifatture di Firenze creata dal granduca Pietro Leopoldo nel 1770, e dalle Camere introdotte in Lombardia nel 1786 da Giuseppe II: due stati soggetti nel corso del XVII secolo a profonde riforme statuali, condotte all'ombra delle pratiche di governo asburgiche. Verificare questa apparentemente innocua annotazione, discosta dalle opinioni correnti le quali optano per una filiazione lineare dagli istituti francesi, alla luce delle indicazioni della storiografia più recente ed avvertita sull'amministrazione economica dell'età moderna significava passare in esame l'intero tragitto che nel tardo antico regime permette alle camere di commercio di derivazione francoitaliana di consolidarsi in forma di pubbliche istituzioni e di entrare stabilmente, con l'Ottocento, nell'organigramma statale napoleonico.
dc.format.mimetypeapplication/pdf
dc.language.isoiten
dc.relation.ispartofseriesEUI PhD thesesen
dc.relation.ispartofseriesDepartment of History and Civilizationen
dc.rightsinfo:eu-repo/semantics/openAccess
dc.subject.lcshBoards of trade -- History
dc.titleLa fortuna delle camere di commercio : politica degli interessi fra vecchio e nuovo regimeen
dc.typeThesisen
dc.identifier.doi10.2870/483740
eui.subscribe.skiptrue


Files in this item

Icon

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record