Show simple item record

dc.contributor.authorMARQUIS, Mel
dc.date.accessioned2011-01-13T09:32:40Z
dc.date.available2011-01-13T09:32:40Z
dc.date.issued2010
dc.identifier.citationMercato Concorrenza Regole, 2010, 12, 3, 385-430en
dc.identifier.issn1590-5128
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/1814/15302
dc.description.abstractIl presente articolo intende analizzare criticamente la Section 5 del FTC Act, che è il principale atto normativo su cui si basa l’applicazione di misure antitrust da parte della Federal Trade Commission degli Stati Uniti. La prima parte del presente scritto è dedicata ad una breve ricostruzione storica della Section 5; viene successivamente esaminata la FTC in prospettiva istituzionale, con riferimento alla sua composizione, alle procedure amministrative, alla competenza antitrust, alle relazioni della Commissione stessa con la Divisione Antitrust del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e ai suoi poteri correttivi. La seconda parte, invece, discute gli scopi che il legislatore statunitense si proponeva di raggiungere con l’adozione del FTC Act, e della Section 5 in particolare. Sono poi discusse la giurisprudenza e le prassi amministrative più rilevanti in materia registratesi dagli anni ’70 ad oggi. Infine, la terza parte del lavoro propone considerazioni conclusive, con riguardo al dibattito sulla Section 5 recentemente apertosi negli Stati Uniti. La tesi di fondo sostenuta dall’autore è che l’uso della Section 5 da parte della FTC dovrebbe essere modellato su precisi obiettivi antitrust e che, in sostanza, la Section 5 dovrebbe essere considerata complementare, e certamente non sostitutiva, delle norme dello Sherman Act.en
dc.language.isoiten
dc.titleLa Federal Trade Commission e la Section 5 del Federal Trade Commission Act: Aspetti istituzionali e penombre giurisdizionalien
dc.typeArticleen


Files associated with this item

FilesSizeFormatView

There are no files associated with this item.

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record