Show simple item record

dc.contributor.authorBENFANTE, Filippoen
dc.date.accessioned2006-06-09T10:07:18Z
dc.date.available2006-06-09T10:07:18Z
dc.date.created2003en
dc.date.issued2003en
dc.identifier.citationFlorence, European University Institute, 2003
dc.identifier.urihttps://hdl.handle.net/1814/5730
dc.descriptionDefence date: 15 October 2003
dc.descriptionExamining Board: Victoria De Grazia (EUI, Firenze); Gérard Delille (EUI, Firenze, supervisor); Gabriella Gribaudi (Università Federico II, Napoli); Marco Palla (Università di Firenze)
dc.descriptionFirst made available online on 23 October 2014.
dc.description.abstractQuesta ricerca nasce dal recente ritrovamento, presso gli eredi del pittore fiorentino Giovanni Colacicchi, di lettere e documenti appartenuti a Carlo Levi, risalenti al periodo in cui il pittore e scrittore torinese tenne aperto uno studio a Firenze: dalla fine del 1941 alla fine del 1945. Durante questi anni, accadono molte cose che un biografo definirebbe “fondamentali”. Dalla Questura di Firenze parte l’ordine di arresto che costa a Levi la terza carcerazione della sua vita: dalla fine del giugno 1943 sarà detenuto al carcere delle Murate, da cui uscirà il 26 luglio. Tra il 1943 e il 1944, nascosto in piazza Pitti, scrive Cristo si è fermato ad Eboli, che resterà il suo libro più celebre. A Firenze Levi aderisce al Partito d’Azione, e quindi lo rappresenta, dall’agosto 1944, nella direzione interpartitica della “Nazione del Popolo”, il quotidiano pubblicato a cura del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale. Tra i cinque condirettori, Levi si ritaglia un ruolo di assoluto primo piano: ha un peso molto rilevante nella scelta dei collaboratori, a lui si devono la presenza di certi temi e prese di posizione sulle pagine della “Nazione del Popolo”. Levi interviene direttamente – sono almeno trenta i suoi articoli di fondo, concentrati soprattutto nei primi mesi di vita del giornale –, oppure commissiona alcuni pezzi ad hoc ai suoi collaboratori più stretti.
dc.format.mediumPaperen
dc.format.mimetypeapplication/pdf
dc.language.isoiten
dc.relation.ispartofseriesEUI PhD thesesen
dc.relation.ispartofseriesDepartment of History and Civilizationen
dc.rightsinfo:eu-repo/semantics/openAccess
dc.subject.lcshLevi, Carlo, 1902-1975
dc.subject.lcshWorld War, 1939-1945 -- Underground movements -- Italy -- Florence
dc.subject.lcshGerman occupation, 1943-1945 -- Italy -- Florence
dc.titleCarlo Levi a Firenze e la Firenze di Carlo Levi, (1941-1945) : vita quotidiana e militanza politica dalla guerra alla Liberazioneen
dc.typeThesisen
dc.identifier.doi10.2870/21272
eui.subscribe.skiptrue


Files associated with this item

Icon

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record