Show simple item record

dc.contributor.authorFAVERO, Carlo
dc.contributor.authorICHINO, Andrea
dc.contributor.authorRUSTICHINI, Aldo
dc.date.accessioned2020-04-29T12:53:26Z
dc.date.available2020-04-29T12:53:26Z
dc.date.issued2020
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/1814/66926
dc.descriptionPublished on 22 April 2020en
dc.description.abstractSalvare vite umane senza una perdita eccessiva di benessere economico è possibile con una strategia per la Fase 2 che combini efficientemente il rientro in attività dei lavoratori in funzione della loro età e della rischiosità dei settori in cui operano. Possiamo fare questa affermazione sulla base di un modello di simulazione i cui risultati sono scaricabili da qui.en
dc.language.isoiten
dc.publisherRCS Mediagroupen
dc.relation.ispartofseriesCorriere della Seraen
dc.relation.ispartofseries2020en
dc.relation.ispartofseries[ECO]en
dc.relation.urihttps://www.corriere.it/economia/opinioni/20_aprile_22/modello-la-fase2-che-tiene-l-r0-sotto-l-1-lavoro-funzione-dell-eta-settore-rischio-0d517690-849d-11ea-8d8e-1dff96ef3536.shtml?refresh_ce-cpen
dc.subjectCovid-19en
dc.subjectCOVID-19en
dc.subjectCoronavirusen
dc.titleIl modello per la fase 2 che tiene l’ R0 sotto l’1 : al lavoro in funzione dell’età e del settore di rischioen
dc.typeOtheren
eui.subscribe.skiptrue


Files associated with this item

FilesSizeFormatView

There are no files associated with this item.

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record